In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Quanto si spende per fare un sito?

È una delle domande più difficili a cui rispondere perché quanto si spende per fare un sito dipende dal tipo di progetto che intendiamo fare, tenendo conto che per un sito si può spendere "qualche cento euro" fino a spenderne decine di migliaia.

Per chi si avvicina al mondo di internet capire quanto si spende per fare un sito può essere molto complicato perché, ad occhio nudo, i siti sembrano tutti uguali e solo il tempo e la conseguente esperienza permettono di capire il vero valore di alcuni aspetti tecnici che all'inizio possono sembrare costi inutili, mentre sono ingredienti importanti per fare la differenza.

  • 1) Perché le grandi aziende investono cifre importanti nel web?
  • 2) Perché pochi spiegano l'importanza della visibilità?
  • 3) Perché molti "esperti" puntano solo sull'estetica?

Parte tecnica, grafica e testi del sito

Vorremmo spostare l'attenzione su una serie di aspetti strategici più che tecnico/pratici visto che la parte tecnica del sito, come tante grafiche e template si possono trovare anche gratuitamente, on line, in pochi click e con pochi passaggi.

Serve comunque strategia e coordinazione, stesura testi ottimizzata per il cliente finale (a noi piace anche parlare di testi ottimizzati per i motori di ricerca) e aspetti grafici che devono rendere l'insieme piacevole e poco chiassoso.

Stiamo chiaramente facendo un discorso generale per dare "una vaga idea" di quanto si spende per fare un sito, argomentando il tutto per un contesto aziendale.

Un artista punta sulla grafica consapevole che ha un nome ricercato e famoso che lo supporta; la medio grande azienda, anche se in modo diverso sfrutta il web per dare dei servizi o per curare un marketing di immagine supportato da brand o prodotti; mentre la piccola media impresa cerca nel web dei nuovi alleati, dei nuovi clienti, dei nuovi fatturati quindi quando parliamo di grafica gradevole e poco chiassosa, visibilità mirata e strategie di post messa in rete del sito cerchiamo sempre di collocare questi concetti in un contesto chiaro e preciso.

Vogliamo parlare sì di siti belli e curati ma con molta attenzione alla comunicazione e al tipo di messaggio che deve recepire chi si avvicina al nostro progetto.

Le grosse realtà usano anche altri canali per comunicare e per farsi conoscere per questo dobbiamo stare attenti a copiare strategie o analizzare nel loro contesto di (cross) marketing solo il web.

Come trova il nostro sito il cliente?

L'eterna questione da trattare per parlare di costi è la questione della visibilità: come ci trova il cliente? Perché per capire quanto si spende per fare un sito, dobbiamo analizzare quanta visibilità vogliamo avere e soprattutto che tipo di visibilità vogliamo avere.

Se la nostra idea di essere trovati è legata al nostro nome o al nostro indirizzo web diretto, che facciamo avere al cliente nei nostri punti vendita o con dei commerciali e non ci interessa essere trovati in modo natuale (strategie seo per essere precisi), per fare un sito si può spendere anche molto poco.

Ci sono start up per aziende che partono da meno di 1000 euro e permettono di iniziare la costruzione del sito con grafica personalizzata e parte tecnica gestita e curata da staff di professionisti; ci sono start up pre-confezionate che chiedono anche meno ma siamo diciamo semplicemente che siamo perplessi.

Cosa dobbiamo capire prima di parlare di costi?

L'aspetto da capire prima di parlare di costi o di quanto si spende per fare un sito, sono gli aspetti strategici che riguardano obiettivi e sviluppo in progress (cioè nel tempo) del nostro progetto. Avere un'azienda alle spalle che ci segue e ci aiuta nel tempo alza i costi ma ci permette di crescere e di poter investire nel tempo.

Quanto si spende per fare un sito con amdweb?

amdweb propone da sempre un lavoro in progress che parte da un semplice sito vetrina e arriva ad uno sviluppo di blog o siti ecommerce, sempre dallo stesso punto di partenza, sempre da un sito vetrina proprio sfruttando un lavoro fatto in casa e gestito da personale altamente specializzato nella gestione di linguaggio di programmazione tecnica per siti internet.

Con amdweb abbiamo un punto di partenza anche sotto le 1000 euro per arrivare ad una gestione completa del sito stesso.

La strategia del progress è legata ad una serie di esperienza personali che hanno portato lo staff a credere nell'importanza di far capire bene al cliente, che si avvicina al mondo del web, quanto e come è giusto spendere, aspetto possibile solo vivendo il web in prima persona.

Imparando a conoscere il web siamo nella condizione di scegliere di investire proprio perché abbiamo chiara la prospettiva e la concretezza dell'insieme.

Quanto si spende per fare un sito in progress?

Parlare di sito vetrina da 15 mila euro fa rabbrividire chiunque, parlare di un progetto che dopo qualche anno costa molto fa capire che l'investimento è stato cercato, capito e soprattutto voluto.

Ad oggi amdweb conta più di 500 pagine ma il punto è che, se siamo arrivati a scriverle, significa che ne abbiamo capita la necessità e abbiamo constatato la loro resa.

Quante aziende sono diventate nel tempo, grazie a costanza e tenacia, importanti? Eppure quando hanno iniziato l'avventura probabilmente mai avrebbero ipotizzato di investire tanto in termini di tempo e denaro: se è stato fatto questo investimento significa che ne è valsa la pena.

Lavorare in progress permette a tutti di iniziare a curiosare e capire; investire nel tempo e trovare reale beneficio.

Inserito il:20/03/2015 19:48:25
Ultimo Aggiornamento:02/05/2015 16:41:42

social

Partner

Questo sito è stato fatto con

yost.technology

yost.technology

yost.technology