In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Come capire quanto costa fare un sito

Se vogliamo avvicinarci al mondo del web e non abbiamo esperienza o competenza, è davvero complicato capire quanto costa fare un sito, perché troviamo on line molte alternative, molte proposte e molte soluzioni che, però, basano la loro attrattività unicamente sul prezzo senza dare chiare indicazioni su come si possa avere un sito che funzioni.

Se vogliamo avere un sito, dobbiamo capire cosa comperiamo, che servizi, che parti tecniche e che possibilità abbiamo nel tempo di fare integrazioni, nuove pagine, migliorie in generale. Il primo aspetto da chiarire, se vogliamo capire quanto costa fare un sito è che tipo di parte tecnica ci stanno proponendo perchè, molte volte, si parla di soluzioni gratuite che si scaricano on line in pochi minuti come di soluzioni davvero convenienti e performanti (cosa che non ha riscontro nel reale).

Il prezzo per un sito web oscilla da poche centinaia di euro fino ad arrivare a decine (a volte centinaia) di migliaia, sempre contestualizzando il discorso alla media impresa (i grossi colossi spendono davvero cifre importanti nel contesto web al di là del sito).
Ci sono realtà mondiali, infatti, che spendono nel web milioni di euro in pubblicità ogni mese e questo è un dato che deve esserci utile per capire che il cliente finale trova on line strutture solide e molto potenti che si propongono in modo massivo (sono onnipresenti) e con servizi aggiuntivi di reso e consegna gratuita, in meno di 24 ore dall'acquisto.

Se vogliamo avvicinarci al mondo del web e vogliamo capire quanto costa fare un sito dobbiamo avere la pazienza di informarci e di voler capire bene cosa caratterizza un sito e tutti i suoi complementi avendo cura di cogliere le fasi progettuali e le fasi del post messa in rete.

Se le grosse aziende spendono molto, non facciamo l'errore di sentirci più furbi cercando soluzioni economiche, perché alla fine saremmo gli unici a rimetterci.

Capire quanto costa fare un sito partendo dal chiarire bene cosa vogliamo dal sito

Il punto di partenza, per capire quanto costa fare un sito, è il chiarire bene cosa vogliamo dal sito.
1) Se il nostro intento è un sito "giusto per averlo" non cerchiamo soluzioni professionali ma cerchiamo nei sistemi gratuiti (cms open source) una risposta.

2) Se il nostro intento è lavorare e creare nuove opportunità per l'azienda, dobbiamo iniziare a capire come un cliente ci può trovare e cosa abbiamo da proporgli con i nostri contenuti.

come capire quanto costa fare un sito senza nessuna esperienza?

Quanto sono importanti i contenuti?

Parlando di contenuti entriamo in un contesto professionale, entriamo in un contesto in cui il professionista con i contenuti può e deve fare la differenza contrariamente a quanto vogliono farci credere certe aziende secondo cui un sito lo può fare e gestire chiunque, anche senza esperienza (in effetti, pensandoci bene, chi difende il fai da te, giudica dei pazzi tutti i colossi che con il web stanno "inventando" business milionari).

Non facciamo mai l'errore di fare da soli i testi di un sito! perché è l'unico mezzo che abbiamo per parlare con i nostri clienti e l'unica opportunità che abbiamo per farci trovare.

Cercando di capire cosa vogliamo fare con il nostro sito, ci è più facile scegliere l'approccio da avere nella gestione e nella realizzazione ma una cosa è certa se vogliamo capire quanto costa un sito, dobbiamo staccarci da tutto quello che vuol farci credere che fare un sito, gestirlo e migliorarlo è facile e scontato.
Un sito vetrina, che genera accessi e visite costa! Un sito ecommerce, nella media, che presenta da vendere qualche centinaio di prodotti costa almeno 10/15 mila euro all'anno, senza contare pubblicità, social, dipendenti e fornitori.

Cosa costa in un sito?

Ci sono degli aspetti in un sito che non sempre sono adeguatamente presentati perché scomodi, perché implicanoprofessionalità e competenza.

1) In un sito il primo costo che abbiamo è strategico, perché serve un programma da seguire per avere una base di lavoro che ci permetta di organizzare bene ogni passaggio. il costo di un progetto può variare da qualche centinaio di euro e arrivare anche a cifre impegnative se il nostro disegno è complesso; spendere nel progetto significa risparmiare nella gestione del sito e nei passaggi successivi che saranno organizzati e precisi.

2) Un altro costo che dobbiamo affrontare è legato alla parte tecnica, al codice sorgente perché, sempre in base al progetto che pensiamo di fare, conviene valutare bene l'investimento che può essere nullo con i sistemi gratuiti o su misura con importi che oscillano di qualche migliaio di euro all'anno.

3) La grafica e l'assetto d'insieme devono essere visti e analizzati in progress, perché il sito non è una produzione meccanica fine a se stessa, ma un lavoro d'insieme sia tecnico che strategico. Man mano che inseriamo contenuti e/o prodotti dobbiamo avere dei consulenti in grado di analizzare i passaggi e valutarli "da clienti" poiché nulla deve essere lasciato al caso e lavorando in progress possiamo sempre avere il controllo della situazione.

4) I contenuti hanno un costo davvero importante se vogliamo un sito aziendale. Un testo ottimizzato seo, un testo che si trova facilmente nelle prime pagine di google costa almeno 200 euro ed il prezzo aumenta in base alle ricerche che si devono fare on line per scriverlo; se non siamo in grado di capirne l'importanza, dobbiamo andare a fondo, fare chiarezza e approfondire il concetto di seo, pubblicità e visibilità. Troppe volte sentiamo clienti che hanno fatto da soli i testi del sito, (magari anche spendendo molto per l'insieme) ma sempre si lamentano, poi, perché non hanno visite e il loro lavoro non funziona visto che non arriva a nuovi clienti.

5) Il post messa in rete del sito è un altro aspetto che pochi analizzano: newsletter, social, dati analitics, pubblicità, banner, sponsorizzazioni devono essere prese adeguatamente in considerazione, stanziando per ognuna budget adeguato. I social sono un'arma micidiale per vanificare l'investimento, perché sembrano facili da gestire ma muoversi male significa fare una pessima figura e dare l'impressione sbagliata. Seguire e gestire una newsletter, a parte il costo del sistema di invio mail, che varia in base all'azienda a cui affidiamo il servizio, è un impegno sia in termini di costi che di tempo. Dobbiamo organizzare l'invio dando coerenza alle strategie di marketing che stiamo attuando e dobbiamo creare un messaggio chiaro e appetibile da mandare. Non c'è nulla di strano se un invio costa 2/3 cento euro, l'errore sarebbe non esserne consapevoli e non stanziare un budget adeguato per tempo (fase progettuale docet).

Come capire quanto costa fare un sito?

Per capire quanto costa fare un sito dobbiamo informarci o assumere per il lavoro virtuale consulenti chiari e con una visione d'insieme molto ampia.
Se il nostro budget è ridotto (2/3 mila euro), spendiamolo per andare in vacanza, non per fare un sito perché non possiamo pensare di avere risultati se investiamo in anni quello che le grosse aziende spendono in pochi minuti.
Vogliamo essere reali perché con poche migliaia di euro non possiamo fare un sito aziendale né sperare di arrivare a nuovi clienti. Cerchiamo consulenze professionali, cerchiamo più punti di vista senza aver paura di spendere qualche centinaio di euro inizialmente per aver chiaro cosa stiamo facendo e aver chiaro un lavoro in progress che possa essere realmente di aiuto all'azienda.

Inserito il:12/01/2015 12:09:21
Ultimo Aggiornamento:15/01/2015 14:02:58

social

Partner

Questo sito è stato fatto con

yost.technology

yost.technology

yost.technology