In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Landing page

Una landing page è tecnicamente una pagina di atterraggio, frase fatta che si trova in tutti i manuali, che serve per monitorare una campagna pubblicitaria o un preciso flusso di dati.

Cosa significa concretamente landing page?

Landing page nel concreto è una pagina del nostro sito, che non possiamo né trovare né raggiungere dal sito stesso, perché funge un po' da contatore, e monitorizza quante persone arrivano dentro (ecco perché pagina di atterraggio) da un canale preciso.

  • Facciamo uno scambio banner? Prepariamo una precisa pagina, landing page, che mi dice nel concreto quante persone arrivano e quanto mi è di aiuto questo banner esterno;
  • facciamo dei volantini o delle campagne con google? Per sapere che tipo di traffico ci portano e che tipo di flusso ci portano, facciamo una specifica pagina per contare chi arriva e come si comporta (cosa fa dentro al sito, esce, compera, naviga, contatta).

landing page, monitorizza il tuo business, analizza il mercato, parla con il cliente

Il primo errore da non fare in una landing page è il crearci dei collegamenti, perché si va a perdere il senso della sua creazione. Una landing page ci deve dire se stiamo spendendo bene, se ha senso spendere con quel canale e non dobbiamo assolutamente far arrivare traffico da più fonti, proprio per dare senso e per monitorare. Non ha senso creare link all'interno della pagina perché chi arriva deve trovare tutto a portata di click, senza navigare e senza porsi domande. Vendiamo un particolare telefono ad un particolare prezzo? Il cliente vede l'inserzione, vede l'offerta, vede il banner, ci clicca ed ecco che noi iniziamo a monitorare il flusso dati, entra nella pagina, legge l'offerta e, in base a quanto proposto, contatta, prenota o acquista. Non dobbiamo avere altre interazioni, non dobbiamo avere altre pagine associate, perché altrimenti mescoliamo il flusso dati e ne perdiamo le logiche. Se il cliente arriva alla landing page dal sito, che senso ha? Chi mi dice se l'investimento pubblicitario funziona così o deve essere migliorato, cambiato o rifatto?

Queste incomprensioni, di solito, nascono dove c'è budget limitato e si cerca di convogliare traffico a tutti i costi o si cerca di mascherare il lavoro della landing page con stratagemmi discutibili. Le aziende che si propongono con servizi aggiuntivi di marketing, sono spesso disorganizzate e non hanno tempo e modo di fare un programma, quindi devono dimostrare che funziona e conviene.

Se l'idea è chiara, se la strategia è condivisa, se anche il cliente è consapevole di quanto si sta facendo, ecco che il risultato non solo non è più al centro dell'attenzione ma significa che stiamo collaborando e costruendo delle possibili strade da percorrere.

Landing page e offerte mirate

Un altro banale errore da non fare è costruire una landing page poco chiara, senza offerte mirate o su prodotti che necessitano di confronto perché possono e devono essere personalizzati. Il concetto di landing page è semplice

  • propongo
  • creo flusso
  • concretizzo

Se qualcosa salta, significa che gli step non sono così chiari, che il prodotto non piace così tanto, non è così accattivante o conveniente.

Creare flusso di accessi con landing page precise

Il problema dei siti in generale è avere visibilità, concetto che tratteremo nello specifico in altre pagine, ma attenzione, creare flusso è facile, avere accessi è facile. Il punto complesso è ottimizzare il traffico con offerte convenienti compito di una landing page studiata e pensata per ottimizzare un investimento. Se il prodotto è conveniente ma non è chiaro come comperarlo o come prenotarlo, tutto il gioco della landing page svanisce, se il sito non è performante, quindi non permette di acquistare in pochi step il prodotto, stiamo investendo male.

È possibile creare un flusso di accessi con landing page precise, non è difficile perché basta dire a google quanti soldi abbiamo da investire ed il gioco è fatto, ma quanto rende? Quanto si vende? Quanto si guadagna? Perché il vero lavoro di chi si occupa di fare una landing page, non è solo farla, ma studiare il prime e dopo del mercato, il corretto collocamento delle pagine ed il corretto collocamento dell'offerta.

Costi di un landing page

In genere i costi di una landing page, partono da 300 euro a salire. Come specificato non parliamo di una pagina grafica, ma di un lavoro di studio della strategia e del mercato. Non c'è garanzia di successo per questo è doveroso fare prima un po' di analisi di mercato per capire come potrebbe essere vista l'offerta. A conti fatti, una campagna con landing page costa tranquillamente 1500 euro per questo dobbiamo fare bene i conti prima di spendere e prima di spendere male. Un po' di click a pagamento, un lavoro di studio, un lavoro di ideazione e già stiamo sforando dal budget di partenza.

A cosa serve un landing page?

Dipende sempre dal contesto, perché:

  • può essere un lavoro interno se abbiamo un database importante, quindi prepariamo una pagina e facciamo un mail marketing specifico per i nostri clienti;
  • può essere un lavoro a pagamento con click se dobbiamo smaltire uno stoccaggio, o se abbiamo modo di fare uno stoccaggio e vogliamo fare prenotazioni o prevendite;
  • può essere una pagina social, sia a pagamento che naturale se vogliamo monitorare il flusso di accessi che genera quel canale
  • può essere un'analisi di mercato con un test ed un omaggio in cambio o uno sconto se vogliamo capire cosa vuole in nostro cliente o un potenziale cliente

Non è facile fare un discorso vago sulle landing page, su cosa serve, su quanto costa, perché una landing page, come un sito o un profilo servono per migliorare la condizione aziendale e servono per un fine preciso per questo è importante capire in primis cosa vogliamo e solo dopo pensare al mezzo migliore per ottenerlo, cercando sempre di contenere i costi, che, chiariamolo, non significa spendere meno o cercare chi costa meno, ma ottimizzare e spendere bene.

Inserito il:06/11/2014 12:04:52
Ultimo Aggiornamento:07/01/2015 20:03:33

social

Partner

Questo sito è stato fatto con

yost.technology

yost.technology

yost.technology