In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Come lavare le bottiglie per la birra fatta in casa

 

Per chi fa la birra in casa la sanificazione dell'attrezzatura è un argomento molto delicato e, nello specifico, capire Come lavare le bottiglie per imbottigliare la birra fatta in casa è molto interessante perché comperarle è costoso, soprattutto se si produce per hobby ma anche lavarle è un'operazione che deve essere fatta con molta minuziosità perché una bottiglia lavata male compromette il sapore della birra.

La doverosa premessa è che noi si parla e scrive per esperienza, quindi se si salta qualcosa o se si scrive qualcosa che non ha riscontro, ringraziamo quanti vorranno essere partecipi e condividere con noi l'esperienza della birra fatta in casa, della sanificazione dell'attrezzatura e della pulizia delle bottiglie.

Abbiamo visto esserci molta differenza tra

  • Bottiglie nuove che non necessitano di sanificazione, visto che il problema è in genere un po' di polvere (le temperature nella produzione eliminano ogni impurità)
  • Bottiglie di vino (noi si usa la 75cl da prosecco)
  • Bottiglie di birra industriale
  • Bottiglie di birra artigianale

Sempre di bottiglie si parla, sempre di sanificazione si parla ma, sempre dalla nostra esperienza, servono procedure differenti. La bottiglia di prosecco non ha residuo, la bottiglia di birra industriale se ne ha è poco, la bottiglia di birra artigianale ha molto residuo.

Le bottiglie nuove non hanno esigenze particolari, solo un risciacquo veloce, una passata di metabisolfito e si usano. Come anticipato le temperature con cui si produce una bottiglia sono talmente elevate che non danno modo ai batteri di sopravvivere qualora ce ne fossero, quindi se la bottiglia è nuova, ci dovrebbero essere pochi problemi.

Se la bottiglia arriva da bar o cantine, inutile dire meglio se arrivano da persone che si conoscono, il primo lavoro da fare è togliere ogni residuo (attenzione ai mozziconi di sigaretta o alla cenere) quindi un lavoro iniziale di risciacquo con acqua bella calda (50/60 gradi) e poi si passa alla sanificazione che può avvenire

  • con specifici detergenti (si acquistano dove si comperano i kit per fare la birra)
  • con la soda (i nonni usavano proprio la soda con la sabbia o ghiaia per togliere ogni residuo)
  • con il vapore (attenzione a non farle scoppiare per lo shock termico)
  • acido acetico, in percentuale 3/5 per 1000 (soluzione che non conosciamo molto bene, perché mai usata direttamente)
  • candeggina (soluzione che noi usiamo poco per l'odore che non ci piace)
  • forno a 180 gradi per qualche ora
  • facendo bollire le bottiglie dopo averle risciacquate

Tinozza d'acqua calda, detergente o soda e si immergono le bottiglie, magari avendo cura di riempirle una ad una di di sbattere un po' la soluzione sia essa soda o detergente o candeggina. Se abbiamo già fatto un primo risciacquo per togliere i residui abbiamo già fatto gran parte del lavoro quindi si procede con il lavaggio.

Lasciamo il tutto in ammollo, se c'è il tempo anche una giornata e poi si possono risciacquare bene bene. Sgocciola bottiglie e pronte per un passaggio al metabisolfito.

Come lavare le bottiglie di birra

Abbiamo fatto volutamente una distinzione tra le varie bottiglie e la loro provenienza perché nelle bottiglie di birra industriale, ci sono pochi residui e in genere sono bottiglie verdi o marroni abbastanza chiare che permettono di individuare facilmente lo sporco al loro interno. La birra industriale lascia poco residuo e la pulizia delle bottiglie da riciclare diventa meno faticosa (sempre si risciacqui la bottiglia entro poche ora dall'apertura perché se si aspetta qualche giorno, lavarla di venta complicato).

Quanto sporca le bottiglie, la birra artigianale?

Se si usa una bottigli già riciclata che conteneva altra birra artigianale, il nostro consiglio è di fare molta attenzione. Noi si è acquistato anche una confezione di sfere di acciaio, costano circa 8 euro e sempre siamo sorpresi quando nel dubbio le usiamo, perché una bottiglia che sembra pulita, presenta residui di sporco.

Per capire quanto la birra sporca e lascia residuo basta fare una semplice prova. Si lasci un bicchiere sporco di birra per una notte e si provi il giorno dopo a lavarlo. Si potrà vedere come una birra sporca il bicchiere e come una birra artigianale sia molto ostica da pulire rispetto alla birra industriale.

Quanto è importante lavare le bottiglie prima di imbottigliare la birra?

Diciamo che tutto il processo di sanificazione dell'attrezzatura è importante perché altrimenti si compromette la produzione e per quanto si è consapevoli dell'importanza del lavaggio, a tutti (a tutti gli appassionati che conosciamo) è successo di rovinare qualche produzione.

Un'attrezzatura non lavata bene rischia di contaminare la birra e, conseguenza, farla buttare. Non ci si inventa nulla, si è fatta l'esperienza, si è sottovalutato il passaggio e ci si è trovati con delle produzioni acide, poco piacevoli nel gusto, per non dire imbevibili.

 

 

Inserito il:14/12/2017 09:11:55
Ultimo Aggiornamento:14/12/2017 09:51:35

social

Partner

Questo sito è stato fatto con

yost.technology

yost.technology

yost.technology