In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Salsa verde

La salsa verde è una salsa tipica del Piemonte che in genere accompagna i bolliti, in particolare la lingua nelle sue ricette e tipologie. La salsa verde però nel tempo viene adattata alle regioni e può essere fatta con delle varianti che la rendono unica sia come accompagnamento al bollito in generale che come spuntino o stuzzichino. C'è chi predilige il peperoncino e molto aglio, chi la modifica con olive o pomodori secchi tagliati finissimi, e comunque la salsa verde è una ricetta per una salsa che si adatta a molte varianti.

Vediamo però la ricetta "originale" della salsa verde, o per lo meno quella che ci hanno insegnato a fare.

La preparazione della salsa verde

Per preparare la salsa verde partiamo dal lavare e scegliere bene il prezzemolo, togliamo le parti grosse e i gambi e, se abbiamo dimestichezza tritiamolo finemente con un coltello o con un coltello a mezzaluna. Se la preparazione è abbondante possiamo inserire tutto nel mixer e iniziare pian piano a sminuzzare gli ingredienti, aggiungendo un po' di olio di oliva o aceto. Anzi dalla nostra esperienza il mixer è molto comodo per fare la salsa, soprattutto se abbiamo un mixer facile da svuotare e pulire. Se facciamo troppa salsa verde possiamo conservarla in frigo o possiamo metterla in vasetti e lasciare 2 cm da riempire con olio di oliva.

Prendiamo 2 uova sode e le passiamo al setaccio, possiamo prendere anche un colino di acciaio e "rompere" l'uovo con un coltello; qui la ricetta parla di usare solo il rosso ma spesso si usa tutto l'uovo sia per risparmiare sia per dare consistenza.

A parte tagliuzziamo i capperi, dopo averli strizzati o lavati dal sale l'aglio (anche qui la dose può essere soggettiva, se piace si aumenta o si diminuisce) e le acciughe.

A parte ancora prendiamo il pane raffermo e, tolte le croste tagliamo a pezzetti la mollica e la bagniamo con aceto; altra variante possiamo bagnare con un po' di latte per non rendere troppo forte il composto.

A qusto punto cominciamo a comporre la salsa verde, se usiamo il mixer mettiamo il tutto dentro e con un filo d'olio iniziamo ad amalgamare, aggiungendo l'olio pian piano. Una possibile variante, tipica veneta è lessare delle carote e mescolarle alla salsa verde senza esagerare. La salsa verde deve diventare cremosa.

Non dimentichiamo di salare e se non mettiamo peperoncino non dimentichiamo di aggiungere del pepe alla nostra salsa verde.

Possiamo essere poco ligi alla ricetta della salsa verde sul piccante, quindi possiamo abbondare di pepe o di peperoncino e anche l'aglio è un ingrediente che non deve per forza rispettare o canoni "della nonna". Un'altra variante personalizzata può essere l'aggiunta di una patata bollita per rendere il composto più delicato e cremoso. Abbiamo assaggiato la salsa verde anche con l'aggiunta di una spruzzata di parmigiano, niente male.

Che dire della "versione light" della salsa verde? Guarda l'angolo ricette light qui

Le dosi per fare la salsa verde

Teniamo presente che la salsa verde accompagna dei piatti, mettiamo indicativamente delle dosi per 5/7 persone ma troveremo a tavola chi abusa, o apprezza, e chi non ne mangia. Non è facile regolarsi in questi casi, perché tante volte ci siamo trovati a mangiarla con il pane. Se finisce è particolarmente buona! Guarda anche la sezione light, trovi un'alternativa dietetica!

Ingredienti per 5/7 persone
Prezzemolo 300 gr
capperi 2 cucchiai
aglio 3/5 spicchi
pepe/peperoncino qb
acciughe 5/7 filetti
pane raffermo 200 gr
aceto/latte qb
olio extra vergine di oliva qb
carote 2
Inserito il:06/11/2014 12:04:52
Ultimo Aggiornamento:09/01/2019 15:25:43

social

Partner

Questo sito è stato fatto con

yost.technology

yost.technology

yost.technology