In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]

Allitterazione

Le figure retoriche di suono sono figure retoriche che si riferiscono all'aspetto fonico-ritmico delle parole, esse "giocano" sulla musicalità delle parole e sul ritmo che alcune parole, accostate insieme in un sintagma o in una frase, possono produrre.

Come si realizza una figura retorica di suono o fonetica?

Le figure retoriche di suono si realizzano attraverso le ripetizioni e la variazioni di suoni che accostati tra loro creano una certa musicalità e, attraverso essa, concorrono a potenziare il significato della poesia attraverso il significante (significante=parola)

Lo scopo  di utilizzo delle figure retoriche di suono, dunque, è quello di trasmettere attraverso la cadenza, la musicalità della frase un maggiore effetto comunicativo che va oltre le parole e che risulta, proprio per questo meno immediato, ma più suggestivo, in quanto non parla immediatamente alla nostra razionalità, ma alla parte più intima ed istintiva del nostro sentire.

Molte sono le figure retoriche di suono, tra le più ricorrenti:

  • Allitterazione
  • Assonanza
  • Consonanza
  • Onomatopèa

Di seguito riportiamo per ciascuna figura retorica di suono trattata la definizione e degli esempi tratti dai maggiori autori della nostra letteratura.

Una delle più comuni figure retoriche di suono è l'Allitterazione

Definizione di Allitterazione:

L'Allitterazione  è una figura retorica che consiste nel ripetere lettere, sillabe o suoni uguali o simili in parole diverse. Solitamente i suoni simili o uguali sono all'inizio di parole vicine, ma possono trovarsi anche al loro interno.

A qual fine si utilizza un'allitterazione?

L'allitterazione si usa per ottenere particolari effetti espressivi; per rafforzare legami semantici tra parole o crearne di nuovi.

Spesso l'allitterazione è usata anche nel linguaggio comune, soprattutto con funzione mnemonica o in espressioni d'uso diffuso. Nel Manuale di Retorica di Bice Mortara Garavelli, l’allitterazione produce omofonia, proprio come la rima, un fenomeno fonetico che favorisce la memorizzazione, per questo è molto usata nel linguaggio pubblicitario.

Esempi di Allitterazione:

a mezza via come nemico armato (Petrarca)

e caddi come corpo morto cade (Dante)

patent portae: proficiscere (Cicerone)

Esempi di Allitterazione nella pubblicità:

Fiesta ti tenta tre volte tanto

Esempi di Allitterazione nel parlare comune:

Sopra la panca la capra campa...

far ferro e fuoco

Inserito il:12/06/2017 09:55:15
Ultimo Aggiornamento:12/06/2017 09:58:11

social

Partner

Questo sito è stato fatto con

yost.technology

yost.technology

yost.technology